Food Talk: siamo ciò che mangiamo?

Sabato 16 dicembre p.v. dalle ore 17, si terrà presso l’Auditorium Santa Caterina – Musei Civici di Treviso (Piazzetta Botter, 1) una interessante tavola rotonda che metterà a tema la necessità di ripensare ad una nuova etica alimentare alla luce della complessità dell’attuale filiera enogastronomica.
L’incontro, che vede il patrocinio del Comune di Treviso e dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, organizzato da “La Chiave di Sophia”, rivista online e cartacea di Filosofia pratica nata nell’aprile del 2014 con l’obiettivo di produrre contenuti ed eventi che dimostrassero la forte concretezza della Filosofia nella quotidianità, affronta tematiche di cui è stato antesignano ormai da anni Slow Food.
Preparare, scegliere, mangiare un cibo piuttosto che un altro è un esercizio di libertà, un gesto in cui sono in gioco la propria moralità, il proprio senso di giustizia e di autorealizzazione.
Il nostro rapporto con il cibo pone le sue radici nel nostro rapporto col mondo, dal nostro stare mondo e dalla visione che abbiamo di esso.
Intervengono:
Elena Cadel – Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition: La Doppia Piramide Alimentare: per scegliere consapevolmente cosa è buono per noi e per il nostro Pianeta.
Leonardo Caffo – Filosofo: Il Mondo che Mangiamo: l’antropocentrismo che sottende alle strutture culturali e politiche dell’uomo occidentale.
Gino Bortoletto – Slow Food Treviso: Il legame con la terra: verso un’educazione alimentare consapevole.
Modera la giornalista Cristiana Sparvoli
Entrata libera.

Per informazioni: info@lachiavedisophia.com
È consigliata la prenotazione del posto a sedere.

La Chiave di Sophia è una rivista online e cartacea di Filosofia pratica edita da Incipit Editore S.r.l. nata nell’aprile 2014 con l’obiettivo di rivoluzionare il mercato della filosofia: producendo contenuti ed eventi che dimostrassero la forte concretezza della Filosofia nella quotidianità.
L’obiettivo che si propone La Chiave di Sophia è quello di dimostrare quanto la Filosofia non sia materia astratta e riservata ad un’élite, ma quanto piuttosto sia interconnessa con ogni aspetto della vita quotidiana e professionale, aprendola così ad un pubblico fortemente eterogeneo. Attraverso un approccio giovane e pratico La Chiave di Sophia si costituisce come ponte tra la Filosofia fatta in ambito accademico e coloro che non si sono mai approcciati alla materia. Ad oggi La Chiave di Sophia riunisce oltre 40 autori da tutta Italia con un corpo di redazione di 8 persone, e gode di numerosi collaborazioni su tutto il territorio Nazionale: fondamentale è il tessuto culturale e collaborativo che negli anni è riuscita a costruire, coinvolgendo non solo istituzioni come l’Università Ca’ Foscari di Venezia e l’Università degli Studi di Napoli, ma anche altri enti culturali, associazioni, aziende e privati.